Soddisfazioni, rammarichi e…Serie A. Nevio Orlandi torna al “Granillo” con la sua Vibonese

      Commenti disabilitati su Soddisfazioni, rammarichi e…Serie A. Nevio Orlandi torna al “Granillo” con la sua Vibonese

Dolce ritorno al “Granillo”: Nevio Orlandi con la sua Vibonese

Diciassette anni all’interno della Reggina non si dimenticano facilmente, anzi, non si dimenticano affatto. Lombardo di Casalmaggiore, 63enne esperto di calcio e un cuore per metà amaranto per via dei suoi lunghi trascorsi in riva allo Stretto. Stiamo parlando di Nevio Orlandi, attuale allenatore della Vibonese che questo pomeriggio tornerà al “Granillo” per lo spareggio contro il Troina.

Oggi, a distanza di 9 anni dall’ultima volta, Nevio Orlandi torna in panchina al “Granillo”. L’ultima volta risale al 31 Maggio 2009 (oggi, invece, la data si inverte) nell’ultima gara di campionato contro il Siena terminata 1-1.

Tanto settore giovanile per Orlandi alla Reggina. Dal suo arrivo, nella stagione ’88/89, il tecnico lombardo ha allenato Allievi Nazionali, Giovanissimi e Primavera, fino ad arrivare alla prima squadra dove ha ricoperto prima il ruolo di vice e poi di tecnico in primis.

Tuttavia, al primo anno diviene allenatore in seconda di un altro Nevio, Scala, in Serie B. Successivamente, a tutto settore giovanile. Allena prima giocatori come Sergio Campolo, Alex Visentin, Fabio Di Sole, Francesco Cozza, Domenico Toscano, Emilio Belmonte e Francesco Marino, e poi altri come Bruno Cirillo, Emanuele Belardi e Simone Perrotta.

Nelle due stagioni successive (Dal ’96 al ’98) allena prima il Potenza e poi il Toma Maglie in Serie D per poi ritornare alla Reggina nell’estate del ’98 e per le prossime tre stagioni dove farà il vice allenatore della prima squadra prima alle spalle di Gustinetti, poi di Bolchi ed infine di Colomba. Orlandi vede la Reggina salire in Serie A, massima serie nella quale fa il suo esordio sulla panchina dei calabresi in un Reggina-Roma 0-0 datato 3 Marzo 2001.

La stagione successiva torna ad allenare la Primavera amaranto fino al 2003, quando riceve la chiamata di allenatore la prima squadra del Vittoria. Farà ritorno nella stagione 2005/06 e vi resterà fino al 2009, suo ultimo anno in amaranto. Al suo ritorno, dopo aver ripreso il lavoro della giovanili per due stagioni (dal 2005 al 2007 allenando, tra tutti, Nicolas Viola) diventa osservatore della squadra amaranto portando a Reggio, nel Gennaio 2007, l’attaccante uruguayano Cristian Stuani. Il 3 Marzo 2008 viene chiamato ad allenare la prima squadra dopo l’esonero di Uliveri. Al suo esordio ottiene la vittoria con maggior scarto della storia della Reggina in Serie A (4-0 al Siena) e totalizza 5 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte nelle ultime 11 gare raggiungendo la salvezza ed il 15 posto in campionato. La stagione successiva, invece, viene sostituito a campionato in corso da Pillon per poi essere, dopo qualche partita, richiamato in panchina. Il tecnico lombardo non riesce a portare la squadra alla salvezza e, con molti rimpianti, retrocede in Serie B. La partita datata 13 Maggio contro il Siena, terminata 1-1 (in cui l’attaccante da lui scoperto, Cristian Stuani, segnò il suo primo gol in Italia), fu la sua ultima al “Granillo”.

Oggi Nevio Orlandi torna nel “tempio” della “sua” (ex) Reggina dopo 9 anni. Dopo soddisfazioni e rammarichi in amaranto, oggi Orlandi potrebbe tornare a festeggiare al “Granillo”; questa volta, però, potrebbe essere una festa a tinte rossoblù…

(Ph. Claudio Brogna, official photographer Vibonese)