Sicula Leonzio-Reggina 1-1: pari al “Nobile”, Bollino risponde a Sparacello

      Commenti disabilitati su Sicula Leonzio-Reggina 1-1: pari al “Nobile”, Bollino risponde a Sparacello

Bollino risponde a Sparacello: 1-1 al “Nobile” di Lentini

Una rete a testa per Sicula Leonzio e Reggina. Gli amaranto, inizialmente in vantaggio con Sparacello, vengono raggiunti dai siciliani con il solito Bollino. All’ultima gara in trasferta gli amaranto toccano quota 40 punti. Adesso testa all’ultima gara in casa con la Juve Stabia.

LE SCELTE
Maurizi, oltre a Bianchimano, deve fare a meno anche di Sciamanna, infortunatosi nuovamente. Il tecnico di Colleferro ripropone il 3-5-2 con Licastro che parte per la prima volta da titolare in campionato e con Provenzano al posto di Giuffrida e Tulissi in coppia con Sparacello. Per il resto, tutto invariato. Aimo Diana, invece, propone il solito 4-3-3 con gli ex Gianola, Camilleri e Squillace in difesa e con il tridente Bollino-Gammone-Foggia in attacco.

PRIMO TEMPO
Troppa Reggina per la Sicula Leonzio. In una gara spensierata, senza quell’ossesione di dover vincere per forza come in precedenza, il team di Maurizi gioca bene e chiude la prima frazione avanti per 0-1. Amaranto in vantaggio dopo 9 minuti con Sparacello che da pochi passi insacca a porta vuota su un pallone ricevuto da Provenzano. Bella l’azione del gol, buona la gestione del vantaggio. Sparacello che dieci minuti più tardi ha anche l’opportunità di raddoppiare ma, da posizione angolata, colpisce il palo. Nell’ultimo quarto d’ora esce fuori la Sicula Leonzio che tenta più volte di impensierire con il bomber Bollino un Licastro molto attento e poco impegnato.

SECONDO TEMPO
Reggina che cala di intensità nella seconda frazione e permette alla Sicula Leonzio di avanzare e guadagnare campo. I padroni di casa pareggiano i conti al 25′ della ripresa con Bollino che insacca Licastro. I siciliani di Diana continuano a spingere cercando più volte il gol del sorpasso che non arriva per via della solida difesa amaranto. L’arbitraggio farebbe discutere se non fosse per il fatto che, a questo punto della stagione, i giochi sono chiusi in casa amaranto. Il direttore di gara grazie Bollino non espellendolo, poi sbaglia anche in altre occasioni.

La Reggina torna da Lentini con un punto meritato e con un pareggio che, oltre ad essere il primo tra le due compagini in Sicilia, allunga a 3 la striscia di risultati utili consecutivi.

Commenti Facebook