REGGINA-VIBONESE 0-0: LE PAGELLE

      Commenti disabilitati su REGGINA-VIBONESE 0-0: LE PAGELLE

Confente 6: nonostante qualche uscita scellerata si dimostra abile tra i pali. Disinnesca ottimamente con i pugni un tiro rasoterra di Ciotti e blocca due conclusioni deboli seppur ravvicinate (una per tempo).

Kirwan 6: tanta corsa, tanta voglia. Fiato da vendere per il pendolino che occupa la corsia di destra. Qualche spunto interessante in fase offensiva. Ordinata la fase difensiva.

Conson 6,5: uomo di fiducia che tiene in mano le redini della difesa. Sbaglia poco o nulla, si fa trovare sempre pronto.

Redolfi 6: si completa bene con il compagno di reparto. Anche lui ordinato in mezzo al campo. Non commette particolari errori.

Zivkov 6: nonostante qualche pecca in fase di non possesso, ottiene la sufficienza data la qualità delle sue giocate in zona offensiva. I suoi cross sono ben calibrati.

Petermann 6: qualche errore da evitare quando si ritrova il pallone tra i piedi, ma il suo mancino è caldo: precisi cambi gioco e goal dalla distanza sfiorato davvero di pochissimo per ben due volte.

Salandria 6: la luce del primo tempo è stata oscurata dal buio della ripresa. La condizione non è ottimale, ma nonostante questo da tutto dal 1′ al 70′, quando è stato sostituito. Dal 70′ Sciamanna SV.

Marino 6: peccato per il colpo di testa da pochi passi spedito alto. Anche lui è ancora al 50%, ci farà divertire quando la condizione migliorerà. Promosso.  Dal 70′ Bonetto SV.

Ungaro 6: qualche spunto positivo alternato a qualche pecca di egoismo, dialoga bene con i compagni. Si mostra abile nel puntare l’uomo e nel crossare. Dal 59′ Emmausso 6: non tante le azioni da analizzare. Nonostante questo si è mostrato abile nell’uno contro uno.

Maritato 6,5: ha sfiorato il goal in due circostanze. Nel primo tempo è stato un punto di riferimento per i compagni. In mezzo all’area di rigore i palloni alti erano sempre “suoi”. Nella ripresa è stato cercato di meno.

Tulissi 6,5: può essere la carta in grado di fare la differenza. Abile nel saltare l’uomo, ottimi anche i suoi cross con il mancino.