Reggina, tutto in una settimana: tra passato, presente e futuro…

      Commenti disabilitati su Reggina, tutto in una settimana: tra passato, presente e futuro…

Reggina, una settimana tra passato, presente e futuro…

Da giovedì (12) a giovedì (19). Settimana particolarmente movimentata in casa Reggina dove non sono mancati colpi scena ed incontri importanti ai fini del futuro della società. A sorpresa, almeno per quanto riguarda la tempistica, è arrivato l’esonero del coordinatore dell’area tecnica Salvatore Basile, la cui pesante inibizione è stata, probabilmente, la goccia che ha fatto traboccare il vaso sulla decisione finale. Intanto, tra le altre vicende extra-campo, il patron Mimmo Praticò è già a lavoro per non lasciar spoglia la carica di direttore sportivo (si pensa fortemente a Massimo Taibi). Basile ormai rappresenta il passato, mentre la Reggina è già a lavoro per programmare il futuro (che però passa dal presente). Un presente che ha visto, qualche giorno addietro, le voci di un possibile interessamento al Club di un gruppo imprenditoriale trasformarsi in realtà. I rappresentanti di tale gruppo hanno incontrato prima il sindaco Falcomatà e poi la P&P Sport Srl, portando avanti il proprio interesse nell’avviare una trattativa concreta, così come si è resa disponibile la stessa famiglia Praticò. Disponibilità che anche il primo cittadino ha espresso ai rappresentanti del gruppo, manifestando loro la vicinanza di Comune, Enti territoriali e Città Metropolitana oltre a disporli, probabilmente, di infrastrutture ed impianti sportivi. Tra le due parti (Reggina e imprenditori) non è stata ancora posta sul piatto nè una richiesta nè un’offerta anche se sembra esserci volontà e concretezza da ambo i lati. In città vi è già entusiasmo nel pensare che si possa cominciare ad ambire a campionati di vertice e sognare la Serie B, ma fare voli pindarici (con la mente) potrebbe essere rischioso. La trattativa avanzerà un passo per volta con i tempi dovuti (com’è indispensabile che sia) mentre il presidente Praticò, una volta raggiunta l’aritmetica salvezza, darà comunque il via alla programmazione della prossima stagione. Vietate fasi di stallo – come del resto ha annunciato il presidente stesso –  tra la possibile vendita della società ed il prossimo campionato, potrebbe essere rischioso. Intanto al “Granillo” arriva l’Akragas in un match che potrebbe rappresentare un crocevia tra l’aritmetica salvezza e la programmazione della prossima stagione e, di conseguenza, apportare una considerevole dose di tranquillità a squadra e società in quest’ultimo (e intenso) finale di stagione. Il futuro passa dal presente…ed il presente è oggi! Forza Reggina!