Reggina, il rush finale: tanto prevedibile e tanto semplice (ap)pare. Ma non è così…

      Commenti disabilitati su Reggina, il rush finale: tanto prevedibile e tanto semplice (ap)pare. Ma non è così…

Ultime quattro partite, ultime quattro battaglie. Il rush finale del campionato di Serie C girone C inizierà domani con il 35° turno che potrebbe regalare qualche sorpresa e qualche altro verdetto.

Bisceglie, Akragas, Sicula Leonzio e Juve Stabia: queste le quattro squadre che la Reggina affronterà nelle ultime quattro gare, da domani al 6 Maggio. Un finale che sembra agevole ma che, di fatto, tanto agevole non è.

Si parte domani con la trasferta pugliese di Bisceglie. Gara non particolarmente facile per gli amaranto che affronteranno una squadra ostica che, nel corso del campionato, ha fermato squadre come Trapani, Juve Stabia, Matera, Cosenza e Catania. I nerazzurri stellati, nonchè neo-promossi dalla D, si sono ben adattati nel terzo campionato professionistico italiano dopo 20 anni dall’ultima apparizione in C (C2 con precisione). L’aritmetica salvezza, ad oggi, è distante solo 3 punti per i pugliesi che – come detto dal presidente Canonico – domenica vorranno festeggiare la salvezza.

La settimana prossima, invece, sarà la volta dell’Akragas. La squadra agrigentina arriverà al ”Granillo” da retrocessa in Serie D anche se questo fattore non è sinonimo di ”sconfitta anticipata”. I biancoazzurri non verranno in riva allo Stretto per fare la vittima sacrificale bensì per giocare la propria partita senza regalare nulla all’avversario (così come è stato nelle scorse uscite, vedi lo 0-0 di Cosenza). Bisogna anche non dimenticare che i siciliani vinsero il confronto d’andata dando inizio ad un mese di Dicembre da incubo per gli amaranto. E’ proprio grazie all’Akragas che la squadra quartultima in classifica del girone (in questo caso la Reggina) non disputerà i play-out (ma sarà direttamente salva) in quanto i punti di distacco sono superiori a 8. Illudersi che sia una gara facile potrebbe costare caro…

Domenica 29 Aprile, invece, ci sarà l’ultima trasferta del campionato contro la Sicula Leonzio. Si andrà a Lentini dove i bianconeri, già salvi, continueranno ad inseguire il sogno play-off. Dopo la super vittoria del campionato di Serie D della scorsa stagione ed il ritorno in Serie C a distanza di 24 anni, il patron Giuseppe Leonardi ha messo su una squadra di tutto rispetto che non ha fatto di certo annoiare i tifosi lentinesi. Tante soddisfazioni e tanti risultati importanti per ”la Vecchia Signora del calcio siciliano” che vorrà chiudere in bellezza la sua ultima partita di campionato in casa oltre che proseguire, partita dopo partita, la marcia verso i play-off. Per gli amaranto non sarà facile visto e considerato il risultato dell’andata (secco 0-3 al ”Granillo”)…

L’ultima gara di campionato, quella che chiuderà una stagione e che in riva allo Stretto si spera arrivi il prima possibile, si giocherà al ”Granillo” contro la Juve Stabia. Un avversario che milita nelle zone alte della classifica e che non ha bisogno di presentazioni. Un avversario a cui mancano ancora pochi punti per l’aritmetica partecipazione ai play-off e che di certo porterà tutta la propria qualità in terra calabrese in data domenica 6 Maggio.

Reggina, nessuno regala niente e tutti vogliono centrare gli obiettivi prestabiliti ad inizio stagione. Ora più che mai bisogna vincere per archiviare il discorso salvezza e pensare alla programmazione della prossima stagione. Il rush finale potrebbe riservare delle sorprese. Tanto prevedibile e tanto semplice (ap)pare. Ma non è così…

Commenti Facebook