Reggina, fine anno col botto. Bianchimano manda ko il Catanzaro, derby amaranto

      Commenti disabilitati su Reggina, fine anno col botto. Bianchimano manda ko il Catanzaro, derby amaranto

Reg(g)ina di Calabria parte 2. La Reggina vince anche la gara di ritorno del Derby di Calabria contro il Catanzaro. Dopo otto gare senza vittorie di cui tanti pesanti ko, la Reggina vede la luce ed esce dal tunnel buio dentro il quale vi era entrata da un mese a questa parte. Contro il Catanzaro, nel cosiddetto “U Classicu”, è arrivata una vittoria utile per il morale di squadra e tifosi oltre alla classifica amaranto, che si muove a distanza di cinque partite.

La scelta del ritiro dopo il ko contro il Rende sembra abbia sortito l’effetto sperato. La vittoria di oggi è sicuramente la prima gioia settimanale della Reggina, coinvolta in una bufera di polemiche dal post-Rende fino al rischio d’inizio odierno.

Squadra che alza la testa e reagisce dinnanzi agli attacchi giallorossi. L’atteggiamento è sicuramente cambiato rispetto alle scorse gare, prive di determinazione. Il derby del “Ceravolo” viene deciso da Andrea Bianchimano, al suo sesto centro stagionale. L’attaccante ha messo a segno il gol vittoria al 52′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dopo il gol, però, la partita assume tinte prevalentemente giallorosse. Padroni di casa che tentano in tutti i modi di ottenere il pareggio tenendo sotto assedio l’area di rigore amaranto. Catanzaro vicinissimo al pareggio in due circostanze, molto simili tra l’altro. Due legni colpiti e tanti tiri murati dai difensori amaranto (a porta semi-vuota) e dall’esterno difensore Cucchietti. Minuti finali al cardiopalma per la Reggina che, alla fine, è riuscita a portare a casa i tre punti soffrendo per gran parte della ripresa.

La Reggina chiude dunque col botto questo 2017 (contrariamente alla scorsa stagione) guadagnando tre punti molto importanti. Per la terza volta in questa stagione (tra campionato e coppa) la Reggina batte il Catanzaro regalando il derby ai propri sostenitori di marchio amaranto.

 

Commenti Facebook