Reggina, bilancio positivo al termine del girone di andata: meglio della scorsa stagione

      Commenti disabilitati su Reggina, bilancio positivo al termine del girone di andata: meglio della scorsa stagione

Al giro di boa soddisfatti e con tre punti in più rispetto alla scorsa stagione. Un cammino ordinario che ha rischiato di diventare straordinario se non fosse stato per quei 3-4 punti persi strada facendo e per quel trittico di gare totalmente alla portata sfumate e sottovalutate da una squadra che avrebbe potuto fare un sol boccone delle dirette concorrenti. La Reggina non vince da sette partite in campionato ed il più delle volte ha fornito prestazioni incolore e scialbe portando a casa un punto in sei giornate, due in sette. Perdere in maniera umiliante e in casa contro squadre ampiamente alla portata (come lo 0-3 contro la Sicula) ha maturato in maniera esponenziale la rabbia e la delusione dei tifosi, increduli del netto calo della squadra dopo Catania. E’ proprio in quella occasione che risale l’ultima vittoria amaranto. La gara (con vittoria annessa) più entusiasmante alla fine si rivelò l’inizio di un tunnel buio e senza via d’uscita. A tutto questo, però, c’è un lato positivo da non sottovalutare. La Reggina 2017-2018 guidata da Agenore Maurizi ha chiuso il girone di andata con tre punti in più rispetto alla Reggina della stagione passata guidata da Karel Zeman, blindando il primo traguardo della stagione. Dunque, ad oggi, del risultato sportivo della squadra non ci si può lamentare. Uno degli obiettivi principali, nel calcio come nella vita, è quello di migliorarsi anno dopo anno e la Reggina (almeno dal punto di vista dei risultati sportivi) ce l’ha fatta. Nei periodi di difficoltà, quando la squadra va male ed è in crisi di risultati, criticare è sempre facile mentre trovare lati positivi diventa sempre più difficile. Dopo queste 18 giornate nelle quali la Reggina ha raccolto 18 punti, possiamo tranquillamente dire che il bilancio è di qualche punto al di sotto delle aspettative della piazza, ma non è assolutamente dei peggiori, anzi, è in perfetta linea con l’obiettivo prefissato ad inizio stagione che tutti noi conosciamo fin troppo bene. Contro il Rende sarà vietato sbagliare atteggiamento ed uscire dal ”Granillo” con un risultato diverso dalla vittoria. Serve una risposta che faccia riaccendere la scintilla dell’entusiasmo in città e la luce all’interno del tunnel amaranto, sin troppo buio nell’ultimo mese. Ottimismo e fiducia e i risultati torneranno ad arrivare, bisognerà iniziare col piede giusto l’inizio del girone di ritorno, quello decisivo. Nell’ultima gara dell’anno solare al ”Granillo” serve la spinta, l’aiuto e la collaborazione di tutti per trascinare la Reggina alla vittoria. Una vittoria che, d’altronde, non sarebbe affatto male come regalo di Natale…

Commenti Facebook