REGGINA – Adriano Mezavilla a REGGIOINFORMA: “Ho dato la mia disponibilità per restare, punteremo ai Play Off. Con Maurizi qualche incomprensione..”

      Commenti disabilitati su REGGINA – Adriano Mezavilla a REGGIOINFORMA: “Ho dato la mia disponibilità per restare, punteremo ai Play Off. Con Maurizi qualche incomprensione..”

Di Roberto Foti – Adriano Mezavilla, centrocampista della Reggina, si è concesso a 360° ai microfoni di ReggioInforma. Passato, presente e futuro i temi toccati all’interno della chiacchierata con il brasiliano arrivato a Reggio all’inizio della scorsa stagione.

L’ARRIVO A REGGIODopo la fine della stagione (due anni fa ndr.) non ho trovato spazio nell’Alessandria, e ho ricevuto la chiamata della Reggina che mi proponeva appunto di intraprendere una nuova avventura, una nuova sfida. Sapevo di una rosa formata da tanti giovani interessanti e ho accettato. Con la Reggina avevo già giocato nel passato e non ci ho pensato molto a dire di si, considerata soprattutto la piazza. Venivo da un’esperienza negativa nei play off con l’Alessandria, non avevo fatto la preparazione. Mi sono messo però subito in gioco. Non è stato facile per me, la condizione l’ho presa giocando. Non è mai semplice quando non si fa il ritiro con la squadra.

L’AVVIO DI STAGIONE ED IL CALO POST CATANIAEravamo partiti con un grosso entusiasmo, senza sapere ne punti forti ne punti deboli, poi abbiamo pagato l’inesperienza e l’età troppo giovane: quando sono mancati i primi risultati sono arrivate le difficoltà (periodo post Catania ndr.). Se si è grandi e si ha una certa esperienza lo si sa che le difficoltà arriveranno. Ci sono cadute le sicurezze. Abbiamo pagato questo fattore.

SUI GIOVANIMi hanno impressionato molto Bianchimano e Cucchietti. Andrea è già pronto per la categoria e si nota molto la differenza.

RUOLO E MODULOHo giocato poco da difensore, molto di più da mediano. Preferisco giocare in un centrocampo a due rispetto a quando sono da solo davanti alla difesa. Li ci va un calciatore più tecnico, come De Francesco. Nel 4-3-1-2 preferivo giocare nel ruolo di mezzala. Come modulo ho preferito giocare nel 3-5-2 finale. Mi so comunque adattare.

SUL TIFO – Giocando da avversario ho visto il tifo della Reggina che è caloroso. Mi dispiace essere arrivato proprio quest’anno, nel quale sono successi tanti problemi. Li capisco ai tifosi, ma la Reggina ha bisogno della mano dei suoi tifosi.

FUTURO IN MAGLIA AMARANTO: OBIETTIVO PLAY OFFIo spero di restare il prossimo anno, ho dato la mia disponibilità. Non ho ancora avuto modo di parlare con Taibi. Non sono voluto andare via a Gennaio perchè sapevo di poter dare ancora tanto alla Reggina. La prossima stagione l’obiettivo è migliorare la classifica. Vedremo che squadra sarà. Migliorare la classifica vorrebbe dire andare ai play off, ma ancora non abbiamo parlato.

RAPPORTO CON L’ALLENATORECon mister Maurizi mi sono ben inteso sul modo di lavorare, perchè è molto simile. Anche se abbiamo avuto delle incomprensioni. Io ho cercato di non saltare mai un allenamento. Ma questo l’ho fatto da quando ho iniziato a giocare.

LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE DELL’ARTICOLO, E’ CONSENTITA PREVIA LA CITAZIONE DELLA FONTE: REGGIOINFORMA.

Commenti Facebook