Grinta, cuore e carattere: la Reggina torna alla vittoria e manda ko la Casertana (2-1)

      Commenti disabilitati su Grinta, cuore e carattere: la Reggina torna alla vittoria e manda ko la Casertana (2-1)

La Reggina torna a sorridere. Casertana ko al “Granillo” (2-1)

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Reggina batte la Casertana al “Granillo” e tira un sospiro di sollievo. Gli amaranto tornano alla vittoria dopo 4 mesi di astinenza dove sono arrivati 5 pareggi e 3 sconfitte. Una Reggina determinata, aggressiva e più propositiva del solito manda ko la Casertana, scavalcando il Catanzaro e portandosi a quota 32 in classifica.

LA PARTITA

Gara in bilico nei primi minuti, animatasi successivamente con diverse ripartenze e occasioni, soprattutto a tinte amaranto. Poi il gol della Reggina firmato Laezza, che su cross di Armeno dalla bandierina anticipata la difesa campana e mette in rete il gol del momentaneo 1-0. Ma la beffa è ai titoli di coda del primo tempo con la Casertana che pareggia i conti con De Vena che approfitta di una dormita della retroguardia amaranto. Secondo tempo iniziato diversamente dagli uomini di Maurizi. Raddoppiano grinta e voglia di vincere ed aumentano le occasioni da rete. Bene Mezavilla che blocca in più circostanze la fase di impostazione degli ospiti facendo ripartire in contropiede i suoi compagni. Al 64′ la svolta. Errore della difesa della Casertana con Giuffrida che ne approfitta tanto e non quanto per via di un fallo subito. Dalla mezzaluna va Bianchimano che di potenza piega le mani a Forte insaccando il pallone in rete. Nuovo vantaggio amaranto e tre punti quasi in cassaforte. Gli ospiti non si danno per vinti, ma è la Reggina che continua ad attaccare andando vicina anche al 3-1 con Pasqualoni che a porta letteralmente vuota mette alto su un pallone di Tulissi in un contropiede da quattro contro uno. Tuttavia, l’errore non è costato la partita. La Reggina soffre nel finale ma continua a stringere i denti per un traguardo, la vittoria, che si concretizza al 96′ quando il sig.Perotti (il cui arbitraggio ha fatto discutere) fischia la fine del match. Il “Granillo” torna ad esultare, è contento ed applaude la squadra al termine della gara.

La Reggina risucchia il Catanzaro al quintultimo posto e si porta a +4 dalla zona play-out. Grinta, cuore e carattere, questa è la Reggina…

Commenti Facebook