Emiliano Mondonico e gli intrecci con la Reggina. Dal 6-2 col Napoli alla prima storica promozione in Serie A

      Commenti disabilitati su Emiliano Mondonico e gli intrecci con la Reggina. Dal 6-2 col Napoli alla prima storica promozione in Serie A

Mondonico e la Reggina, gli intrecci del “Mondo” con gli amaranto

“Son sempre i migliori che partono”, recita la canzone Terra degli uomini di Jovanotti e, sorprendentemente, è sempre così. Come si è potuto apprendere da televisioni, giornali, siti web e quant’altro, nella giornata di ieri è venuto a mancare un altro grande tassello del calcio italiano e non solo: Emiliano Mondonico. Un uomo serio, puntuale, semplice e sorridente. Un uomo di calcio che ha abbracciato diverse generazioni, arricchendole e conquistandole con i suoi insegnamenti e con i suoi modi di fare. Semplicemente, “il Mondo”…

Una persona che, prima da calciatore e poi da allenatore, ha girato l’Italia (da Nord a Sud) e l’Europa, esportando tutta la sua conoscenza in ambito calcistico. Dalla Cremonese al Novara, passando per Torino, Atalanta, Napoli, Cosenza, Como, Fiorentina e Albinoleffe.

I risultati migliori, “il Mondo” li ebbe con Torino e Atalanta. Con i bergamaschi (nella stagione 1987/88) raggiunse prima la Serie A e, subito dopo, la qualificazione alla Coppa delle Coppe, competizione che però si concluse in semifinale. Con i granata, nella stagione 1991/92 ottenne l’accesso alla Coppa Uefa per via della terza posizione in campionato. Coppa persa in finale contro gli olandesi dell’Ajax (dopo aver eliminato il Real Madrid), gara che rimase nella mente di tutti per via dell’episodio della sedia agitata in aria da Mondonico stesso a causa di un arbitraggio ritenuto sfavorevole.

Con il Torino stesso, Mondonico fu protagonista della promozione in Serie A della stagione 1998/99, anno in cui la Reggina ottenne la sua prima storica promozione in massima serie. Granata e amaranto salirono a braccetto nel calcio dei grandi in quell’indimenticabile 13 Giugno 1999 nello scenario di festa dello stadio “Delle Alpi”. “Il Mondo” sedeva sulla panchina dei granata e vide la Reggina vincere contro la sua squadra per la seconda volta in campionato dopo la gara d’andata (vinta 1-0 dagli amaranto a Reggio Calabria).

Gli incroci con la Reggina…

Il tecnico milanese sfidò diverse volte il club calabrese, ottenendo un bilancio di 7 sconfitte e 3 vittorie.

Il primo incrocio fu da condottiero del Torino (nell’anno della promozione di ambo le squadre) a Reggio Calabria, dove i padroni di casa vinsero di misura con gol di Giacchetta. Poi la gara di ritorno al “Delle Alpi” che oramai tutti ricordiamo, con le reti di Cozza e Martino per la Reggina e Ferrante per il Torino.

Successivamente, qualche mese più tardi, la prima in Serie A vinta dagli amaranto. Nello scenario del “Granillo”, nella stagione 1999/2000, ‘Mimmo’ Kallon mette in ginocchio il Toro di Mondonico con una doppietta che annulla la rete di Calaiò (2-1). Gara di ritorno più gradita dal tecnico dei granata che batte per la prima volta la Reggina grazie alle reti di Galante e Ferrante, questa volta è il gol di Kallon a servire solo per le statistiche (2-1).

L’anno successivo “il Mondo” approda al Napoli dove incontra in altre due occasioni la Reggina. La prima al San Paolo, il 17 Dicembre del 2000, dove la sua squadra regala un travolgente 6-2 agli amaranto a ridosso delle feste natalizie. Nella gara di ritorno al “Granillo”, invece, sono i calabresi ad avere la meglio. Dionigi, Marazzina e Zanchetta calano il tris e si guadagnano i tre punti (3-1).

Nella stagione 2001/2002, anno in cui la Reggina disputò il campionato di B (con successiva risalita) in seguito alla retrocessione, Mondonico allenava il Cosenza e perse il doppio confronto con gli amaranto, entrambi per una rete a zero. Prima al “San Vito-Gigi Marulla” con Bogdani e poi al “Granillo” con Jiranek.

A distanza di 7 anni, Mondonico reincontra la Reggina in Serie B, nelle vesti di allenatore dell’Albinoleffe. Con la Celeste sbanca per la prima volta il “Granillo” l’8 Dicembre del 2010. Acerbi risponde a Girasole, poi il definitivo sorpasso ospite a due minuti dalla fine con Previtali. Nella gara di ritorno, invece, fu la Reggina ad avere la meglio con una doppietta di Campagnacci ed un gol di Bonazzoli che ribaltarono la rete iniziale firmata da Mingazzini mandando ko la squadra di Mondonico nel suo ultimo incontro con la Reggina.

 

Commenti Facebook