Tutto su Catania-Reggina, la presentazione del match: precedenti, ex di turno, probabili formazioni ecc…

      Commenti disabilitati su Tutto su Catania-Reggina, la presentazione del match: precedenti, ex di turno, probabili formazioni ecc…

La presentazione del match Catania-Reggina

Catania-Reggina è oramai diventato un classico del calcio del Sud Italia. Una gara dal fascino antico nonché molto sentita da ambo le tifoserie che non perdono occasione per dare spettacolo. Due città, due squadre, due colori e migliaia di tifosi per una rivalità che aumenta sempre più ad ogni incontro.

Quella di oggi è una gara molto importante per ambo le squadre, soprattutto in ottica classifica. Da una parte ci sono gli etnei, che tengono ancora viva la speranza di agguantare il Lecce e di raggiungere la promozione diretta; dall’altra ci sono gli amaranto, ai quali servono assolutamente più punti possibili per allontanarsi dalla zona play-out che, di fatto, è ad un passo.

Punti che la Reggina ha perso strada facendo e che adesso dovrà cercare di guadagnare nelle restanti otto gare. Quello che è certo è che non si dovrà fare un dramma se la squadra dovesse tornare da Catania a mani vuote visto che, come tutti sappiamo, le partite da vincere erano altre. Dunque, più che il risultato, sarà la prestazione ad essere fondamentale per capire davvero cosa vuol fare questa Reggina. L’atteggiamento, la voglia e l’approccio alla gara saranno componenti importanti per capire la vera identità di questa Reggina.

QUI CATANIA 

Dovrebbero essere pochi, ma importanti, i cambiamenti in casa Catania. Dovrebbe tornare titolare, dopo la panchina nel derby con la Sicula Leonzio, il terzino Esposito. A centrocampo è ancora vivo il dubbio Mazzarani, allenatosi solo nella giornata di venerdì in seguito ad un problema muscolare. La sua presenza è in dubbio. Sicura, invece, l’assenza di Lodi, squalificato dopo il rosso rimediato domenica scorsa. Il centrocampo etneo, dunque, dovrebbe essere composto dal trio Bucolo-Rizzo-Biagianti. In avanti, spazio per Di Grazia. Insieme a lui, anche Barisic e Curiale comporranno il reparto offensivo. L’ex Porcino dovrebbe partire, molto probabilmente, dalla panchina.

QUI REGGINA

Settimana di duro lavoro per Maurizi e la sua troupe, con il primo che dovrà far fronte a diverse assenze. Per la trasferta siciliana, infatti, il tecnico di Colleferro dovrà fare a meno dello squalificato La Camera. Il capitano Castiglia, invece, non è al meglio della condizione nonostante la convocazione e la partenza per l’isola. Il calciatore in prestito dalla Triestina partirà dalla panchina, lasciando il posto a Provenzano. In cabina di regia, al posto di La Camera, potrebbe tornare Mezavilla, la cui vicenda si mercato degli ultimi mesi la conosciamo tutti. L’esperto centrocampista brasiliano, di fatto, è l’unico centrocampista che, per caratteristiche, può schierarsi davanti alla difesa. Difesa che vedrà il ritorno di Laezza, che ha saltato il Monopoli per squalifica. Altra novità dovrebbe riguardare la fascia destra con il ritorno di Pasqualoni e messa in panchina di Hadžiosmanović, Il quale non ha convinto Maurizi nell’ultima uscita. In avanti c’è il ballottaggio Sparacello-Tulissi per una maglia da titolare al fianco di Bianchimano.

 

I PRECEDENTI

Le due squadre si sono affrontate (in totale) ben 62 volte tra Serie A, Serie B, Serie C, Coppa Italia, I e II Divisione. In terra siciliana, invece, gli incontri sono stati 29 con 15 vittorie del Catania, 11 pareggi e 3 vittorie della Reggina. Delle tre vittorie amaranto, due hanno avuto luogo in Serie A (una delle quali sul neutro di Rimini) e una in II Divisione, nel primo precedente giocatosi in assoluto. Tuttavia, al cospetto di quei precedenti che sorridono al Catania, la Reggina ha saputo imporsi molto pesantemente sugli etnei. Lo testimoniano diversi risultati schiaccianti come lo 0-7 all’esordio nel lontano 1929/30, l’11-0 in casa della stagione stessa, il 7-2 in casa datato 1945/46, il 4-0 in casa del 1946/47 ed il più ”recente” 4-1 della stagione 2006/07 giocatosi sul neutro di Rimini. Anche il Catania, però, ha saputo imporsi pesantemente sugli amaranto. Ne sono degli esempi il 6-0 del 1938/39, il 4-0 del ’46/47 ed i due 4-1 (’67/68 e ’71/72). Reggina che non vince a Catania dal 2-1 firmato Amoruso della stagione 2007/08 in Serie A e che non vince in Serie C dal lontano 1947/48, quando con le reti di Bergarich e Sperti gli amaranto ottennero il primo e unico successo in terza serie. Come annunciato in precedenza, tra i precedenti rimbomba un sonoro 0-7 in terra siciliana, quello della prima gara in assoluto tra le due compagini. Gara in cui ci furono ben tre doppiette (Lomello, Novaira e Pannuti) oltre alla rete di Priolo. L’ultima gara in assoluto a Catania risale alla scorsa stagione, quando Marchese, Tavares e Russotto annullarono la rete di De Francesco. Ultima gara in assoluto tra le due compagini, invece, è l’indimenticabile match dell’andata al ”Granillo” con gli amaranto che piegarono per 2-1 i rossoblù grazie alla doppietta di Bianchimano.

EX DI TURNO, TANTI…

Tanti gli ex di turno del match. Sono, di fatto, ben 9 coloro che affronteranno (direttamente o indirettamente) il loro passato.

Dal Catania alla Reggina – Cinque i calciatori della Reggina che sono passati prima dal Catania. Tra questi ci sono: Marino e Giuffrida (catanesi doc), Mezavilla, Garufi e Castiglia.

Dalla Reggina al Catania – Sono tre coloro che sono passati dall’amaranto al rossoazzurro, ovvero: Porcino (reggino doc trasferitosi in Sicilia a Gennaio), Giuseppe Rizzo e Pietro Lo Monaco (amministratore delegato del Catania che per qualche stagione degli anni ’90 fu osservatore della Reggina).

PROBABILI FORMAZIONI 

CATANIA (4-3-3): Pisseri; Esposito, Aya, Bogdan, Marchese; Bucolo, Biagianti, Rizzo; Barisic, Curiale, Di Grazia. All.Lucarelli

REGGINA (3-5-2): Cucchietti; Gatti, Ferrani, Laezza; Armeno, Marino, Mezavilla, Provenzano, Pasqualoni; Tulissi, Bianchimano. All.Maurizi

L’ARBITRAGGIO

L’arbitro del match sarà il signor Federico Dionisi della sezione de L’Aquila, coadiuvato dai signori Affatato e Rossi. Due precedenti con la Reggina: la sconfitta di Lecce del 2 ottobre 2016 (1-0) e la vittoria di Taranto del 5 aprile 2017 (0-1).

Commenti Facebook