ACCADDE OGGI – Balistreri-gol, delirio amaranto al San Filippo. Reggina salva, Messina in D (VIDEO)

      Commenti disabilitati su ACCADDE OGGI – Balistreri-gol, delirio amaranto al San Filippo. Reggina salva, Messina in D (VIDEO)

ACCADDE OGGI – La Reggina vince e manda in D il Messina (FOTO&VIDEO)

Il calcio, si sa, è fatto di avvenimenti. Avvenimenti importanti, meno importanti e avvenimenti che sono destinati a restare per sempre nella storia, che sia quella di un campionato o di un club. Anche in riva allo Stretto, sponda Reggio Calabria, ci sono stati eventi e avvenimenti che sono entrati di diritto nella storia della Reggina. Ed ogni avvenimento, si sa, è legato ad una data che è destinata a rimanere per sempre impressa nella mente di chi quell’avvenimento e quelle emozioni le ha vissute in prima persona.

30 Maggio 2015: questa è una di quelle date di cui vi parlavamo prima e che i tifosi amaranto difficilmente dimenticheranno. Una data entrata nella storia della Reggina e, in particolar modo, in quella dei derby dello Stretto.

Esattamente tre anni fa, la Reggina batteva il Messina al San Filippo nella gara di ritorno dei play-out di Serie C 2014/15. Dopo la gara d’andata del “Granillo”, decisa quattro giorni prima da Insigne, la compagine calabrese guidata da Giacomo Tedesco sbancò (0-1) anche lo stadio peloritano grazie ad un gol, all’86’, di Pietro Balistreri, ribattezzato dalla tifoseria amaranto come ” eroe del 30 Maggio”.

Fu una giornata di festa per i tifosi amaranto, accorsi in più di 1.000 al seguito della squadra in terra messinese. Al termine dei festeggiamenti al San Filippo seguì il rientro (di squadra e tifosi) in città, dove impazzò la festa amaranto.

Con quella vittoria, la Reggina inflisse la cosiddetta “terza carcagnata” al Messina (dopo quelle datate 30 Aprile 2016 e 18 Aprile 2007) che condannò i siciliani all’inferno della Serie D (poi ripescata).

Un derby entrato nella storia, un derby ricco di emozioni, raccolte dal nostro Mario Merolillo in 15 minuti da pelle d’oca che, a distanza di tre anni, vi riproponiamo.

 

Commenti Facebook