ACCADDE OGGI – 13 Giugno 1999: Reggina, primA voltA indimenticAbile (VIDEO)

      Commenti disabilitati su ACCADDE OGGI – 13 Giugno 1999: Reggina, primA voltA indimenticAbile (VIDEO)

Diciannove anni fa la prima storica promozione in Serie A

Nel calcio, come nella vita, ci sono date indimenticabili. Date che rappresentano un evento destinato a restare nella storia. Anche a Reggio Calabria di date importanti ce ne stanno tante, in particolar modo se si fa riferimento alla massima squadra di calcio della città dello Stretto: la Reggina.

Beh, il 13 Giugno 1999 è una data di quelle. Una di quelle date storiche e significative. Una di quelle date che, solo a pronunciarle, rievocano emozioni e ricordi indimenticabili. Quella del 13 Giugno 1999 è la data che rappresenta l’appuntamento calcistico più importante della storia della Reggina e della città di Reggio Calabria: quello della prima storica promozione in Serie A.

Esattamente 19 anni fa Reggio Calabria era addobbata a festa per celebrare l’avvento della Serie A. Gli amaranto giocavano a Torino l’ultima gara della stagione, la più importante, in un “Delle Alpi” da brividi con circa 60.000 spettatori. La Reggina era obbligata a battere un Torino già promosso per conquistare la massima serie. Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Prima il vantaggio di Cozza, poi il pareggio di Ferrante e, a circa venti minuti dalla fine, il definitivo 1-2 targato Tonino Martino.

Una vittoria che mandò in delirio i 20.000 tifosi reggini al seguito della squadra a Torino e l’intera città di Reggio Calabria, ornata di amaranto con tanto di maxi-schermo in Piazza del Popolo, zona dalla quale nacque la festa che si estese in tutta la città.

Quella di 19 anni fa fu una vera e propria giornata di sport. Niente cori offensivi, risse o discussioni tra le due tifoserie. Tutto il contrario. Solo festeggiamenti congiunti. L’entusiasmo ed il clima di festa da ambo le parti portarono anche i tifosi granata ad esultare al 2-1 della Reggina. C’erano valori, passione e felicità. “Il Toro e la Reggina se ne vanno in Serie A” intonarono, ad un certo punto, tutti i 60.000 del “Delle Alpi”. Da incorniciare anche l’immagine riguardante i minuti finali della gara con le due tifoserie che circondarono il rettangolo di gioco in attesa dell’invasione di campo al triplice fischio, che arrivò con 3 minuti di anticipo. Apoteosi amaranto nel capoluogo piemontese ed in riva allo Stretto, dove la festa si protrasse per diversi giorni. “È Reggio Calabria, ma sembra Rio de Janeiro…” titolava il Corriere dello Sport qualche giorno dopo. Ed il resto è storia…

Commenti Facebook